Eventi, notizie, immagini e curiosità dal Comune di Capannori
By studio videoevideo
Memorizza il sito come: pagina iniziale - aggiungi ai preferiti
> Turismo > Ville Pievi e Camelie
Capannori: ville, pievi e camelie
Capannori, con la grande varietà del suo territorio, offre al visitatore la possibilità di apprezzare paesaggi variegati e di godere di un soggiorno rilassante, immerso nella natura, senza rinunciare a visite di carattere storico-artistico e culturale.
Un elemento che caratterizza questo affascinante comune è costituito dalla presenza di stupende ville monumentali, dimore storiche di campagna che i mercanti lucchesi costruirono dal XV al XIX secolo.
Oltre alle ville, a Capannoni si possono visitare le pievi, che per la loro imponenza e le opere d’arte che conservano, offrono una dimostrazione dell’importanza goduta da questo territorio nel corso dei secoli.
Un itinerario di grande interesse naturalistico è quello offerto dai borghi delle camelie, Pieve e Sant’Andrea di Compito, che nel periodo primaverile diventano protagonisti della Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia, una manifestazione che vede l’apertura dei giardini che ospitano piante secolari di questo pregiato fiore.
Un altro itinerario che merita di essere percorso è quello della Strada del Vino, che attraversa la parte nord del comune, con la possibilità di degustare prodotti tipici in alcune aziende agrituristiche. Le colline delle frazioni a sud, situate a ridosso dei Monti Pisani, sono ricoperte da vasti oliveti e offrono un’importante produzione di Olio Extra Vergine d’Oliva.
Sulle colline capannoresi si trovano anche numerose fontane, dalle quali sgorga un’acqua dalle qualità organolettiche rinomate e collegate in un unico percorso denominato La via dell’acqua”.
A proposito del patrimonio idrico, si rileva la presenza di un monumento di grande importanza storica, l’Acquedotto di Lorenzo Nottolini, costituito da ben 484 archi in mattoni e pietra di Guamo.
Di particolare interesse naturalistico è l’Oasi del Bottaccio, istituita nel 1993 dal WWF e, nella frazione di S. Martino in Colle, la grande quercia secolare, iscritta nell’albo degli alberi monumentali d’Italia.


Capannori, le origini


Il territorio di Capannori, che occupa un'area di 156,60 kmq, si estende in parte nella pianura a sud di Lucca, fin Verso le pendici settentrionali del Monte Pisano, e tra le propaggini collinari dell'Appennino pistoiese. Ha subito nel tempo numerose modifiche dei propri confini: dopo aver ricevuto nel 1884 una porzione di territorio staccata al comune di Lucca, e avere ceduto nel 1913 la frazione di Porcari, costituita in comune autonomo, ha infine raggiunto l'assetto attuale nel 1925, quando gli Venne sottratta la frazione di Badia Pozzeveri, che fu aggregata al comune di Altopascio.
Capannori, ricordata per la prima volta in un documento del 745, quando un chierico lombardo stabilì il proprio domicilio «in finibus Lucensis loco dicto Capannole», dove fondò una cappella e un ospizio intitolati a San Quirico, si mantenne sempre sotto la giurisdizione di Lucca, di cui seguì le vicende storiche. Fece quindi parte del commissariato delle Sei Miglia, divenendone la sede dal 1673. Capannori ha dato i natali all'architetto Lorenzo Nottolini (1787-1851); al fisico inventore Felice Matteucci (1808-1887); all'esploratore Carlo Piaggia (1827-1882).

 

Google

Cerca su capannorieventi.eu

Con: Google:  Yahoo:  MSN:
Rassegna Stampa Italiana ed Estera
Galleria Fotografica Eventi prima del 2009
Per la Vostra pubblicità su capannorieventi.eu telefonare al numero: 0583 429598, oppure riempire il seguente modulo.

Messaggio:
Inserisci qui la tua e-mail o telefono:
>