Eventi, notizie, immagini e curiosità dal Comune di Capannori
By studio videoevideo
Memorizza il sito come: pagina iniziale - aggiungi ai preferiti
> Articoli > Simone Gelli, Omaggio a Garibaldi
Simone Gelli, Omaggio a Garibaldi

A buon punto la realizzazione del monumento equestre

Simone Gelli, Omaggio a Garibaldi In questi periodi di caldo eccezionale, è raro vedere qualcuno lavorare in pieno sole.
Gli indici di vendita dei condizionatori d'aria domestici, sanciscono la nostra come una civiltà che soffre troppo le temperature estive e sembra non riuscire a sopravvivere senza questi refrigeranti elettrici. Non nascondiamoci dietro l'aumento minimo (se pur preoccupante) della media delle temperature o del tasso di umidità, ci stiamo solo maledettamente abituando alle comodità moderne. 
Se però in questi giorni vi è capitato di fare un giro di rotatoria  in via del Casalino a Capannori avrete senza dubbio notato un personaggio che sta sfidando sole e temperature record, solo parzialmente mitigate da una leggero venticello, per portare a termine un suo sogno. Il suo nome è Simone Gelli, artista emergente, scultore autenticamente capannorese, chiamato ad impreziosire quella scarna rotatoria con un monumento equestre dedicato a Garibaldi. L'opera commissionatagli dal Comune e, a quanto pare, finanziata con fondi messi a disposizione da privati (fu così anche per la “Croce” del Pegonzi al cimitero di Lunata) è il dovuto omaggio a un personaggio storico italiano di cui  ricorre in questi giorni (4 luglio) il bicentenario dalla nascita.  La data dell'inaugurazione è stata fissata al 14 luglio e la cerimonia ufficiale verrà affiancata da una autentica festa popolare. Entro quella data il “nostro” Simone (che per questo impegno ha dovuto rimandare a settembre la discussione della tesi all'Accademia delle Belle Arti) dovrà consegnare l'opera compiuta, una struttura in cemento bianco, armata all'interno, che s'innalzerà fino a quattro metri d'altezza.
Come da tradizione, anche il Garibaldi del Gelli porterà un fazzoletto al collo che, insieme ad un drappo tricolore stretto nella mano, rappresenteranno le uniche due note di colore della abbagliante quanto imponente figura. Costretto quindi da tempi strettissimi, Simone lavora alacremente, tutti i giorni, da solo, impastando cemento, creando volumi, spatolando, molando e perfino saldando l'armatura della struttura, sempre sotto il sole.
Inizialmente gli abitanti della zona lo guardavano con scettica perplessità, ma presto hanno cominciato a portargli visita, incuriositi dal suo lavoro, per poi tornare, conquistati, ogni giorno a sostenerlo e incoraggiarlo. La sua straordinaria capacità di socializzare e il fatto di utilizzare un materiale come il cemento, così povero e popolare,  hanno reso questo giovane scultore immediatamente vicino alla gente, che in qualche modo lo ha adottato. Ormai non passa ora che qualcuno non si fermi nel suo “laboratorio a cielo aperto” per una foto, o per chiedergli come prepara l'impasto, per sapere come procedono i lavori. Dalle vetture, con i condizionatori accesi che mantengono la temperatura abitacolo costantemente a 18°, gli automobilisti, percorrendo la rotatoria, lo salutano a colpi di clacson e lui risponde dall'impalcatura, vicino al suo - al nostro - Garibaldi, a volte persino agitando la mestola, accalorato e sporco di cemento fino al viso ma con un sorriso da regalare a  tutti e con il suo cappellino da pescatore calcato in testa, unico riparo dal sole.
All'Eroe dei Due Mondi, questo schietto giovanotto sarebbe piaciuto. 

emme/esse_capannorieventi

Simone Gelli, Omaggio a Garibaldi

Google

Cerca su capannorieventi.eu

Con: Google:  Yahoo:  MSN:
Rassegna Stampa Italiana ed Estera
Galleria Fotografica Eventi prima del 2009
Per la Vostra pubblicità su capannorieventi.eu telefonare al numero: 0583 429598, oppure riempire il seguente modulo.

Messaggio:
Inserisci qui la tua e-mail o telefono:
>